Notte Rossa

image_pdfimage_print

Notte Rossa

manifesto notte rossaSabato 17 gennaio 2015 sarà la prima notte rossa dei circoli e delle case del popolo in Toscana.
La notte rossa è infatti la festa dei circoli arci della Toscana, promossa da Arci Toscana in collaborazione con la Regione.
Centinaia di eventi e spettacoli tra cultura, socialità, divertimento, solidarietà.
Sono infatti più di 200 i circoli arci coinvolti, e nel nostro territorio addirittura 19.
Una notte intera di concerti e tombolate, ballo liscio e teatro, cene e aperitivi, per promuovere l’identità e il valore della nostra associazione
La rete dei circoli Arci della Toscana si prepara alla Notte Rossa!!!

Ecco il calendario:
Venerdì 16 gennaio: “Aspettando la notte rossa”
Circolo arci “La Perla” Montaione, ore 18,00
“Impegnati nell’antimafia sociale”
Ore 18,30: interventi di Andrea Bigalli di Libera, Andrea Campinoti di Avviso Pubblico, Proiezione video interviste a Ciro Corona e Simmaco Perillo, responsabili del Consorzio Campano NCO.
Ore 20,30: Cena a buffet
Ore 21,30 Proiezione film presso Teatro del Popolo “La mafia uccide solo d’estate” a cura dell’Angelo Azzurro
Il ricavato della cena verrà devoluto alle cooperative che lavorano sui terreni confiscati alle mafie.

Sabato 17 gennaio

Circolo arci Petroio, ore 21,00
“Notte Rossa!”
Apericena messicano e dj set+ concerto live acustico

Circolo arci Pagnana, ore 20,00
“Non può piovere per sempre”
Cena presso la pizzeria sociale “Melamangio” + incontro con associazioni che lavorano sulla disabilità – proiezione video

Circolo arci Santa Maria, ore 21,00
“Serata in ballo”
Ballo liscio

Circolo arci Casenuove, ore 20,00
ARCICENA ROSSA
Cena  sociale a buffet
Esibizione di danza del ventre con le “Lune d’oriente”
Dj set

Circolo arci Pontorme, ore 18,00
“Pontorme c’è”
Inaugurazione radio web “Orme Radio”
Aperi-pizza e live music
Proiezione video, torneo briscola e tante sorprese!!

Circolo arci Ponte a Elsa, ore 21,00
“Tesseramento in ballo”
ballo liscio  e tavoli per discutere e per  il tesseramento aperti fino dal pomeriggio

Circolo arci Monterappoli, ore18,30
“Rifugiarci… sulla strada della Resistenza”
Serata in collaborazione con l’anpi;
Aperitivo musicale e mostra fotografica sulla Resistenza con testimonianze dei paesani
Cena povera realizzata con cibi “poveri” e sani
Il ricavato verrà destinato al recupero del rifugio antiaereo che si trova davanti al circolo

Circolo arci Avane, ore 21,00
“Tombola rossa”
Tombola per i soci per celebrare l’arci – visione video sull’arci

Circolo arci Ponterotto, ore 22,00
“Notte Rossa – live!”
“Tricotomia” in concerto

Circolo arci “Il Progresso” Montelupo, ore 20,00
“Mi ritorni in mente… e il cuore batte più forte…”
Gran cena
Fra valori e persone da portare nel nostro futuro

Circolo arci Turbone, dalle 18,00
“1945-2015: i nostri 70 anni”
Presentazione calendario degli eventi per celebrare i 70 anni del Circolo.

Circolo arci Ortimino, ore 21,30
Cena con giochi da tavolo

Circolo arci Montagnana, ore 20,00
“A cena al circolo con ospiti d’eccezione”
Sono previsti ospiti….aspettate la rivelazione dei nomi!!!

Circolo arci San Quirico in collina, ore 20,00
“Cena all’incontrario” – si parte dal caffè e si arriva all’aperitivo..
Piano bar
Si festeggia l’arci e si promuove il tesseramento!

Circolo “I Praticelli” Castelfiorentino, ore 21,00
“Ballo al circolo”
Notte rossa di ballo liscio

Circolo arci Pubbliche Assistenze Limite, ore 21,00
“Liscio al circolo”
Interventi sull’arci e sul valore della tessera,ballo liscio con “Emy Galan”

Circolo arci “S. Allende” Montespertoli, ore 20,00
Cena e “Non solo barzellette” – Serata in compagnia di Roberto, Ruggero e Maso”
Si ride e si gustano buonissimi cibi!

Circolo arci Capraia, ore 20,00
Cena sociale per il tesseramento

Circolo arci “Nuova Resistenza” Gambassi, ore 21,00
Ballo liscio

Circolo arci Martignana, ore 21,30
Torneo di burraco

Gioia per la ripresa del dialogo tra Cuba e Usa e riconoscimento stato di Palestina

Il 17 dicembre 2014 è uno di quei giorni che sarà ricordato per la contemporaneità di due eventi nello scenario globale che muovono la Storia sulla strada della giustizia e della pace mondiale.
Entrambi rappresentano un passaggio epocale che, dopo essersi fatto largo nelle coscienze individuali e collettive, approdano ad un riconoscimento istituzionale che aprirà scenari destinati a mutare significativamente le relazioni tra i popoli e gli Stati.

Per l’Arci, e per tanta parte del fronte progressista del nostro Paese, non sono solo due belle notizie, ma coronano decenni di impegno civile e progettualità associativa che ostinatamente abbiamo perseguito nella consapevolezza di essere “dalla parte giusta”.

Il Parlamento europeo, con un voto a larghissima maggioranza, ha approvato una risoluzione sottoscritta da quasi tutti i gruppi che sostiene “in linea di principio” il riconoscimento dello Stato della Palestina sulla base dei confini del 1967, appoggia la soluzione di due Stati con Gerusalemme capitale ed esorta la ripresa dei colloqui di pace.

L’Europa quindi non solo segue l’analogo pronunciamento dei Parlamenti di Spagna, Gran Bretagna e Belgio e il riconoscimento del Governo della Svezia, ma, con questo voto che fissa i confini tra i due Stati al 1967, afferma l’illegittimità tanto degli insediamenti delle colonie nei territori palestinesi quanto della costruzione del muro che disegna unilateralmente dei confini artefatti e privi di ogni riconoscimento internazionale.
L’Arci, insieme a molte altre organizzazioni della società civile italiana, non solo ha richiesto al Parlamento e al Governo un analogo pronunciamento ma ha anche votato, nel proprio Consiglio nazionale, un documento per il riconoscimento dello Stato palestinese e per la ripresa dei colloqui di pace.

La ripresa delle relazioni diplomatiche tra Cuba e gli Stati Uniti sono una notizia importante anche per la nostra Associazione, fin dai primi anni novanta, continuativamente, impegnata, insieme ad Arcs, in progetti di solidarietà e cooperazione internazionale anche coinvolgendo artisti, intellettuali e personalità del mondo culturale italiano.

Progetti che ci hanno permesso di costruire relazioni prima di tutto umane, scambi e iniziative che hanno rafforzato le reti con le organizzazioni sociali e culturali cubane e che oggi, di fronte a questa notizia, sentiamo ancora più forti e salde. Questo passaggio epocale s’inserisce in un processo di cambiamento in atto da diverso tempo che abbiamo potuto vedere e vivere da vicino.

Sappiamo inoltre che questa notizia porta con sè sentimenti contrastanti, di speranza e al tempo stesso di preoccupazione, tra il popolo cubano; così è anche per noi perché da sempre ci sentiamo vicini, prima di tutto, alle donne e agli uomini di Cuba.

Arci nazionale

Yo Palestine!

Una serata dedicata alla Palestina, con un’ospite d’eccezione, McManar, il giovane rapper di origine palestinese interprete del film “Io sto con la sposa”, si svolgerà domenica 21 dicembre al Circolo arci Brusciana a partire dalle ore 19.

L’iniziativa che abbiamo organizzato insieme al Circolo arci Brusciana vuole essere un modo per continuare a parlare di Palestina in un momento in cui molti stati europei e negli ultimi giorni perfino il parlamento europeo hanno votato per il riconoscimento dello stato palestinese.
La nostra associazione ha accolto  in consiglio nazionale l’adesione al riconoscimento dello stato palestinese e l’iniziativa di domenica 21 ci sembra utile e gioiosa per promuovere questa adesione. Durante la serata, dopo una gustosa apericena, ci saranno infatti testimonianze e video sulla Palestina, un’intervista fatta a due volontarie di un’associazione legata all’arci a Gerusalemme.
A fine serata di esibirà il giovane rapper tredicenne McManar, interprete del film “Io sto con la sposa”, con le sue canzoni originali che raccontano la vita di un giovane che vede i suoi diritti negati.
La serata, che unisce diritti e cultura, sarà inoltre l’occasione per presentare il progetto artistico “Avanti Pop”, due concorsi, uno di cortometraggi e l’altro di musica, promossi dalla nostra associazione. La scadenza per l’iscrizione è stata prorogata al giorno 9 gennaio.
Avanti Pop!

In silenzio contro la tortura

Il 10 dicembre si celebra la giornata ONU per i Diritti umani.
L’arci Insieme ad Antigone, Amnesty International e Cittadinanza attiva ha deciso di concentrare, quest’anno, in questa occasione l’attenzione su una delle più gravi emergenze democratiche del nostro Paese: l’assenza nella nostra normativa del reato di tortura.

È in discussione alla Camera un disegno di legge su questo tema, ma da troppo tempo attendiamo questo atto importante da parte del Parlamento e del Governo, un atto che avrebbe consentito esiti diversi e procedure diverse dal punto di vista giuridico in tante tristi occasioni (i fatti di Genova, le morti in carcere o per abusi da parte delle forze di polizia).
Un minuto di silenzio per chiedere una legge contro la tortura, affinché anche l’Italia si adegui a quanto previsto dalle Nazioni Unite. Questa è la manifestazione che proponiamo: invitiamo tutti i soci, i dirigenti dei circoli e i cittadini il 10 dicembre a radunarsi in tanti luoghi pubblici, in tante piazze, dalle 12 alle 12.01, con gli occhi bendati, in manifestazioni pubbliche che ricordino al Paese questo tema.
L’arci nazionale svolgerà la propria manifestazione nella Sala Stampa della Camera, alla presenza di parlamentari e testimonial che appoggiano la nostra mobilitazione.

La tortura non può esistere senza il silenzio che la protegge. Nella Giornata internazionale dei diritti umani, all’omertà di tutti coloro che hanno coperto crimini di tortura noi opponiamo un silenzio di pacifica protesta di tutti i cittadini che credono in uno Stato trasparente e non violento.
Il Parlamento approvi subito una legge che introduca il delitto di tortura. Il nostro silenzio contro il silenzio delle Istituzioni.

 

Tornano i pacchi della “Vitamina L”

 

I nostri Circoli hanno da sempre sostenuto le cooperative antimafia attraverso azioni concrete di cooperazione.
Con la Cooperativa “Lavoro e non solo” in particolare condividiamo la matrice comune arci, i valori, i significati e gli obiettivi del nostro fare associazione.

Attraverso azioni concrete i nostri circoli e i e i nostri volontari hanno partecipato al progetto “Liberarci dalle spine”, i nostri circoli hanno adottato viti, acquistato attrezzi, inviato materiali, dialogato con le scuole, distribuito i prodotti nati dai terreni confiscati alle mafie.

Come ogni anno torna il nostro appuntamento per la promozione dei pacchi della Vitamina L, che quest’anno si riempiono di prodotti di “Libera Terra”, un marchio che contraddistingue le produzioni realizzate sui terreni confiscati alla mafia nel meridione d’Italia, di cui la Cooperativa Lavoro e non solo fa parte.

I pacchi che proponiamo sono tre:
– Pacco da € 10,00 : 1 confezione di pasta, 1 bottiglia di nero d’Avola, una confezione di ceci
– Pacco da € 12,00 : 1 confezione di pasta, 1 bottiglia di nero d’Avola, 1 barattolo di marmellata di arance
– Pacco da € 15,00: 1 confezione di pasta, 1 bottiglia di nero d’Avola, 1 confezioen di ecci, 1 barattolo di marmellata di arance.

Per informazioni e prenotazioni: Arci Empolese Valdelsa, tel. 0571 80516  info@empoli.arci.it