ASPETTANDO LA CAROVANA ANTIMAFIE

ASPETTANDO LA CAROVANA ANTIMAFIE

ASPETTANDO LA CAROVANA

Aspettando la Carovana antimafie”:iniziative dall’11 aprile al 5 maggio  nel segno della memoria e dell’impegno per la legalità

 

Da sabato 11 aprile al 5 maggio si svolgerà “Aspettando la carovana antimafie”, un’iniziativa che comprende tre eventi nel territorio di Montelupo Fiorentino organizzati, con il patrocinio del Comune, dal Circolo arci “Il Progresso” di Montelupo insieme all’Arci Empolese Valdelsa e agli altri partner che da anni sono impegnati con l’arci nella Carovana antimafie: Libera, Cgil, Spi Cgil, Auser, Sezione soci Coop Empoli con il  Fotolupo Fotoclub, e la partecipazione della Scuola Media e del Centro Giovani di Montelupo. “Aspettando la carovana antimafie” vuole essere un’occasione per continuare a riflettere sui temi della legalità,  sviluppando quelle forze forze, energie e progetti che la Carovana, con il suo arrivo festoso fa emergere e lascia sul territorio. Si comincia sabato 11 aprile alle  ore 17.30 presso il supermercato  COOP  di Montelupo dove verrà inaugurata la mostra multimediale  “IMMAGINI FRA MEMORIA E FUTURO” per riproporre i luoghi e i nomi delle vittime di mafia, e contemporaneamente attivare ricordi e proporre azioni.    E’ per questo che  esponiamo immagini toccanti di strade, targhe, cippi, luoghi che, sfidando il tempo e il degrado, testimoniano un nome e una storia e, contemporaneamente, facendo un passo avanti, illuminiamo l’esposizione con le immagini dei volontari che scelgono ogni anno di lavorare a fianco delle cooperative sociali sui terreni espropriati  alla mafia.  La mostra non poteva prescindere però anche da una riflessione sulla nostra realtà di cittadini toscani, del nostro coinvolgimento in trame che non conosciamo e di cui spesso, siamo inconsapevoli pedine.  Le mostre, anche se multimediali, hanno il grande dono dell’evocazione per questo, fatta salva l’inaugurazione la mostra starà in piedi di vita propria per una settimana fino all’ appuntamento successivo. Contemporaneamente si svolgerà la proiezione di un video realizzato da un fotografo palermitano  sulla memoria di chi ha perso la vita per mano mafiosa. All’iniziativa interverranno  Filippo Torrigiani di Avviso Pubblico Claudio Vanni  direttore comunicazione Unicoop Firenze. Il secondo appuntamento è invece fissato per venerdì 17 aprile al Circolo arci “Il Progresso” di Montelupo dalle ore 19,30 e porta il titolo di “La carovana siamo noi”:veglia paesana con menù siciliano a base di  anelletti al forno e cannoli siciliani. Saranno con noi protagonisti della serata Calogero Parisi, presidente della Cooperativa “Lavoro e non solo”, Serenella Pallecchi, responsabile legalità arci Toscana, Maurizio Brotini della segreteria regionale CGIL e i giovani volontari del progetto “Liberarci dalle spine”.Il ricavato della cena finanzierà la prossima annualità del progetto.

Per informazioni e prenotazioni è opportuno chiamare il Circolo “Il Progresso” al numero 0571/913019 L’ultimo appuntamento si svolgerà invece martedì 5 maggio alle ore 17,30 presso l’auditorium della scuola media di Montelupo Fiorentino con la presentazione del percorso “Impegnati per l’antimafia sociale”. Infatti la scuola media ed il Centro giovani sono stati protagonisti di una serie di incontri di conoscenza e di riflessione sul tema della lotta alle mafie. Negli incontri da novembre a marzo, i ragazzi hanno inoltre confezionato i pacchi con i prodotti coltivati sui terreni confiscati alle mafie ed hanno iniziato a lavorare alla produzione del logo  della campagna Liberarci dalle spine e ad un filmato . Da questi incontri è nato il logo e acronimo URLA: Uniti riusciremo a liberArci. Il lavoro sarà presentato alla presenza di Don Andrea Bigalli, referente  regionale di Libera Toscana,  Loredana Polidori, segretaria SPI CGIL di Empoli e Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino.

 

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website