campi antimafia 2015

image_pdfimage_print

La Carovana siamo noi

 

LA CAROVANA SIAMO NOI
Giovedì 3 al Circolo arci “Il Progresso” di Montelupo la giornata conclusiva del progetto sulla legalità “Aspettando la carovana antimafie 2015” insieme ai ragazzi del Centro Giovani e delle terze della scuola secondaria “Baccio Da Montelupo”

Si svolgerà giovedì 3 dicembre alle ore 18,00 presso il Circolo arci “Il Progresso” di Montelupo Fiorentino “la Carovana siamo noi”, giornata conclusivo del progetto “Aspettando la carovana antimafie 2015” che sarà un momento di sintesi e restituzione del lavoro sulla legalità dei ragazzi delle terze classi della scuola secondaria Baccio Da Montelupo e dei ragazzi del Centro Giovani “la Fornace”, destinatari del progetto.
Saranno loro infatti i protagonisti del pomeriggio di giovedì insieme a Paolo Masetti, sindaco del Comune di Montelupo, Enrico Roccato, rappresentante del Presidio Libera Empoli e Loredana Polidori, dello Spi Cgil Empoli.
Il progetto, che ha il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, è iniziato ad ottobre 2014 e si è snodato in vari incontri che hanno visto la presenza di vari ospiti: i ragazzi che hanno fatto l’esperienza dei campi di lavoro sui terreni confiscati alle mafie, il presidente della Cooperativa “Lavoro e non solo”, i rappresentanti di Arci, Libera, Avviso Pubblico, i responsabili delle sezioni soci Coop, dello Spi Cgil e della Cgil.
I ragazzi hanno incontrato gli ospiti a scuola, al Centro Giovani, al Circolo arci “Il Progresso” e grazie anche agli operatori e agli insegnanti il progetto è stato vivo e partecipato e sono stati realizzati lavori di comunicazione dagli stessi ragazzi.

Crediamo che sia importante partecipare e diffondere i risultati del progetto a tutta la cittadinanza.


 

CAMPI ANTIMAFIA 2015: FATTI UN CAMPO!

CAMPI ANTIMAFIA 2015
FATTI UN CAMPO!

Giunti alla nona edizione, i campi – promossi dall’Arci con Cgil, Spi Cgil, Flai Cgil e con Libera – saranno organizzati  in Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Puglia, Campania, Calabria e Sicilia. Si comincerà, dalla fine di aprile, col campo di Corleone per poi proseguire nelle varie località fino alla fine di settembre.

 Da quando sono iniziati, i campi hanno ospitato migliaia di giovani e giovanissimi, ma anche meno giovani.

Situati su terreni confiscati alle mafie, la filosofia che vi sta dietro è quella restituire questi beni alla comunità, tornare a renderli produttivi e vivi, animarli con iniziative formative e informative sulla difesa della democrazia, della legalità,  della giustizia sociale. Una pacifica ‘occupazione’ di questi spazi, dunque, abitata dalla presenza di centinaia di persone che si spendono con impegno e dedizione per costruire comunità alternative alle mafie.

Nella locandina i campi e i periodi di svolgimento. Calendario campi antimafia

 Le iscrizioni sono possibili a partire dal 1 aprile 2015 collegandosi al sito www.campidellalegalita.it
campidellalegalita@arci.it