CI STRINGIAMO AL POPOLO FRANCESE E PIANGIAMO L’ORRORE DI PARIGI

CI STRINGIAMO AL POPOLO FRANCESE E PIANGIAMO L’ORRORE DI PARIGI

Dichiarazione di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

In queste ore piangiamo l’orrore di Parigi insieme al mondo intero. 

Hanno colpito lì dove le persone stavano bene insieme. Dove c’era divertimento e spensieratezza. La musica, la cultura, lo sport, la convivialità. Noi non vogliamo farci sconfiggere dalla paura nè dalla follia del terrorismo.

Oggi, noi dell’Arci, ci stringiamo attorno ai parigini e a tutti i francesi.

Saremo presenti in tutti i presidi e le manifestazioni che in queste ore si stanno organizzando nelle varie città d’Italia in solidarietà con il popolo francese. 

Convinti che dovremo continuare a diffondere e difendere la cultura, la democrazia, la libertà, la laicità.

Sappiamo che da oggi sarà ancora più importante promuovere inclusione e che non dovremo cedere a chi approfitta per alimentare odio e xenofobia.

Di seguito, il messaggio di solidarietà inviato dalla presidente Chiavacci alla Ligue de l’Enseignement, associazione francese con cui collaboriamo da alcuni anni, e la loro risposta:

Chers amis,
Nous sommes près de vous, la Ligue, les parisiens, au peuple Français en ce moment dramatique dans le monde entier. Beaucoup d’événements se déroulent dans notre pays auxquelles nous participons. On t’embrasse fort, en espérant avoir bientôt en Italie avec vous pour comprendre ce que nous pouvons faire ensemble.
Une accolade de travers l’arche.
Je vous envoie la première instruction que nous avons fait ce matin:
 Nous pleurons l’horreur de Paris avec le monde entier. Ils ont frappé là où les petsonnes etaient bien ensemble. Où il y avait amusement eh sérénité. La musique, la culture, le sport eh la convivialité. Nous ne voulons pas nous faire vaincre par la peur ni par la folie di terrorisme. Aujourdd’hui nous sommes très près dea Parisiens. Convaincus que nous devrons continuer à défendre la démocratie, la culture, la liberté eh la laïcité.

Grazie, Francesca per queste parole di solidarietà.
La violenza cieca che ha colpito tanti cittadini deve essere combattuta con molta lucidità e coraggio.
Continuiamo à pensare come voi che la libertà vincerà solo con l’esigenza democratica, culturale, e con il rispetto delle diverse opinioni  e pensieri.
Resistere per fare società, condividere le nostre esperienze per essere insieme più forti!
Grazie a tutti i compagni di Arci e a presto

Qui il messaggio della presidente dell’Arci a Cecilia Strada:

Cara Cecilia, 
tenevo a inviarvi queste righe, a nome mio e di tutta l’Arci, innanzitutto per esprimere la commozione che ha colpito tutti noi non appena appresa la notizia che tra le vittime dell’attacco al teatro Bataclan c’era Valeria Solesin, vostra volontaria per anni.
In secondo luogo per farvi pervenire la nostra solidarietà per quelle frasi deliranti e sconsiderate scagliate contro di voi dal profilo social di un cosiddetto opinionista.
Crediamo che, purtroppo, l’inquinamento del dibattito pubblico italiano raggiunga spesso livelli intollerabili e questo ci chiama a impegnarci sempre di più a lavorare per una cultura che sappia fare a meno di colpi a effetto e sensazionalismo di infima qualità.
Dopo le stragi di Parigi, il movimento pacifista italiano è chiamato a far sentire con forza e responsabilità le proprie ragioni. Confidiamo di poterci  trovare sin dai prossimi giorni in un percorso comune.
Un abbraccio da tutta l’Arci

 

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website