Contro l’aggressione fascista ai giornalisti dell’Espresso

Contro l’aggressione fascista ai giornalisti dell’Espresso

Chiediamo al Ministro Salvini una posizione dura di condanna

Condanniamo fermamente la vergognosa aggressione fascista avvenuta poche ore fa ai danni di due giornalisti dell’Espresso, colpiti da calci e pugni durante la commemorazione per Acca Larentia al Verano a Roma.

Un’azione vile, vergognosa e intimidatoria, indegna di uno stato democratico dove però gruppi politici che si ispirano al Ventennio fascista continuano ad agire indisturbati e a mettere in mostra il loro animo violento e aggressivo.

Esprimiamo solidarietà ai due giornalisti colpiti e a tutti coloro che lottano quotidianamente per uno stato dove si possa esprimere la libertà di stampa e di informazione senza rischiare di essere aggrediti o picchiati mentre si svolge il proprio mestiere di documentazione.

Ora ci aspettiamo quanto prima una posizione dura di condanna da parte del Capo del Viminale, il Ministro Matteo Salvini, rispetto a questo vile atto.

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website