Manganelli vs Accoglienza

Manganelli vs Accoglienza

MANGANELLI Vs ACCOGLIENZA
Violenze insopportabili e attacco alla dignità di centinaia di rifugiati del Corno d’Africa che avrebbero dovuto invece essere accolte a Roma.
L’Arci chiede al territorio di schierarsi e difendere con umanità i diritti dei migranti.

Manganelli, idranti e forze dell’ordine schierate. Così ieri si sono brutalmente svegliate le oltre cento persone di origine straniera che da qualche giorno occupavano piazza Indipendenza a Roma, la maggior parte in attesa di riappropriarsi dei propri averi, dopo essere state velocemente sgomberate dallo stabile che le ospitava da tempo.

Le persone che occupavano piazza Indipendenza, quasi tutti rifugiati del Corno d’Africa, come tante altri cittadini stranieri, rifugiati e richiedenti asilo sono da tempo uscite dal circuito dell’accoglienza pubblica che non è stato evidentemente in grado di costruire le condizioni per dare loro autonomia e un alloggio dignitoso.

Gli idranti che sono stati usati per ricacciare nell’ombra i rifugiati del Corno d’Africa, sono il simbolo di una pulizia violenta e forzata che non ha alcun interesse a salvaguardare i principi costituzionali e di umanità.

Non ci piace questo clima. Non ci piace l’accanimento e la sistematicità con cui si compiono certe violenze con l’avallo degli amministratori di Roma e soprattutto con il silenzio dei partiti progressisti che per rappresentarci crediamo debbano avere a cuore valori, ideali e scelte concrete che assomiglino il più possibile alla nostra idea di società.
Come Arci, impegnati a difendere i diritti dei migranti, condanniamo duramente la scelta di respingere e offendere centinaia di persone che di fatto sono costrette a vivere una situazione di disagio indipendentemente dalla loro volontà.
Per questo vorremmo che la società civile, le associazioni , i partiti del centro sinistra reagissero e prendessero posizione affinché sia forte e chiara la contrarietà a questo tipo di clima.
In questo momento, con l’accrescersi di episodi di intolleranza e di facili populismi che non fanno che accrescere l’avanzare delle destre, è più importante che mai schierarsi, “essere per/essere contro”, e fare opposizione prima di tutto culturale al dilagare di un pensiero razzista e pericoloso .

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website