Protocollo Arci Toscana – Regione Toscana in materia di antifascismo

Protocollo Arci Toscana – Regione Toscana in materia di antifascismo

E’ stato firmato lo scorso 24 aprile un protocollo tra Regione Toscana, Arci Toscana, Anpi Toscana, ANED e Istituto Storico della Resistenza in materia di Antifascismo. 
Questo protocollo, oltre all’alto valore simbolico di riconoscimento anche istituzionale dei valori dell’antifascismo e della Resistenza e quindi anche delle nostre associazioni, assume una particolare importanza sul territorio regionale dal momento che purtroppo la Toscana non è esente da manifestazioni e atti xenofobi, razzisti, violenti, ispirati a ideologie nazifasciste.
L’Arci toscana, così come le altre associazioni firmatarie del protocollo, si impegnano ad essere osservatori antifascisti e a segnalare episodi, scritti, siti web, ecc contrari alla Costituzione, rei di essere portatori di odio razziale, xenofobia, violenza.
La Regione Toscana presso l’Agenzia di informazione della Giunta Regionale Toscana Notizie, ha costituito un Osservatorio rispetto ad atti e scritti, attraverso il monitoraggio di siti e  social. Inoltre la Regione si riserva la possibilità di costituirsi parte civile a fronte di segnalazioni provenienti da tali associazioni del territorio, in caso di procedimenti penali instaurati con riferimenti a reati di apologia del fascismo, istigazione all’odio razziale, incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi.

Inoltre Regione e associazioni si impegnano a costituire un programma annuale di iniziative rivolte ai giovani toscani con la finalità di promuovere i valori di solidarietà, uguaglianza, democrazia e libertà, alla base della nostra Costituzione e di sviluppare programmi didattici volti all’uso corretto dei social, contro le fake news a contenuto fascista e razzista, servendosi della competenza dell’Agenzia di informazione Toscana Notizie

http://www.novaradio.info/memoria-antifascismo-unintesa-difenderli-dai-rigurgiti-xenofobi-ascolta/

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website