NOI RISPONDIAMO CON LA CULTURA

NOI RISPONDIAMO CON LA CULTURA

Ancora svastiche ad imbrattare Empoli, nel parco vicino al Circolo Arci di Brusciana.
La risposta congiunta del Circolo e del Comitato Arci Empolese Valdelsa

Ancora svastiche a imbrattare e offendere Empoli, città medaglia d’oro al merito civile contro il nazifascismo, questa volta nei giardini intorno al Circolo Arci di Brusciana, circolo che promuove contenuti e valori sociali, che dà spazio alla controinformazione, rilanciando temi di cui in pochi parlano: la resistenza eroica del popolo kurdo, il dramma del popolo Palestinese, i nostri valori fondanti: dall’antifascismo, alla promozione di musica, teatro, mostre, il tutto coinvolgendo tanti giovani impegnati insieme ai più esperti consiglieri che da sempre hanno curato e hanno a cuore il Circolo.
Le foto che tutti vedranno e che già sono uscite sui social network mostrano come l’area intorno al circolo sia offesa da svastiche: sulle campane del vetro, sugli scivoli dove bambini giocano, sui prefabbricati, dove oggi leggiamo frasi da regime.
Quando abbiamo visto tutto questo, la prima reazione che noi, membri e dirigenti del Circolo Arci Brusciana e del Comitato Arci Empolese Valdelsa, abbiamo provato è stata di rabbia: rabbia per un affronto alla nostra città, al quartiere di Brusciana dove tante persone si impegnano quotidianamente per portare avanti il valore dell’antifascismo. Si tratta di un affronto perché tocca la nostra città, i luoghi dell’innocenza come un parco pubblico per bambini, e quelli vigili dell’antifascismo attivo del Circolo.

I tanti, troppi casi che, a cominciare da luglio dello scorso anno alla stele alla Vetreria Taddei, hanno macchiato Empoli, rendono evidente che la nostra città non è un’isola felice: seppure memore di grandi esempi civili e di un tessuto sociale coeso, anche su questo territorio c’è chi sceglie di reiterare o scimmiottare ideologie fasciste, ispirate alla violenza, alla sopraffazione, al razzismo e alla xenofobia.
La situazione politica nazionale non aiuta a tenere dritta la barra su quelli che sono e devono essere i valori di riferimento dettati dalla nostra Carta Costituzionale. Siamo preoccupati perché questo crescente clima di odio, oltre ad una ignoranza profonda della storia e del senso di umanità, porta a episodi che ci offendono e offendono la stessa identità del territorio.

Da parte nostra condanniamo fermamente questo episodio e auspichiamo che i colpevoli vengano trovati e puniti. Noi terremo sempre alta la vigilanza e l’impegno per continuare ancora con più forza a promuovere cultura, che rimane l’unico antidoto contro l’imbarbarimento delle idee, e a organizzare momenti di riflessione con i nostri soci, con altre associazioni e cittadini riuniti in “Unione Antifascista”.


Ufficio stampa Arci Empolese Valdelsa

Viorica Guerri

349 5329409

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website