‘Rodari: sbagliando si inventa’ per #ResistenzaVirale

‘Rodari: sbagliando si inventa’ per #ResistenzaVirale

‘Rodari: sbagliando si inventa’ per #ResistenzaVirale

Sono passati 100 anni dalla nascita e 40 dalla morte di Gianni Rodari (Omegna, 23 ottobre 1920 –  Roma, 14 aprile 1980) scrittore,  intellettuale, poeta che ha rivoluzionato la lettura per l’infanzia ed ha promosso un’idea diversa di pedagogia legandola alla “possibilità” dell’errore come scoperta di nuovi orizzonti.

Scriveva Rodari: “Certi errori possono essere utili strumenti per evocare certe realtà, magari per conoscerle meglio. Si può insegnare al bambino non solo a evitare l’errore, ma anche a capire che l’errore, spesso non sta nelle parole, ma nelle cose; che bisogna correggere i dettati, certo, ma bisogna soprattutto correggere il mondo”.

Rodari è stato anche un fine intellettuale di sinistra, militante del PCI e impegnato su moltissime battaglie culturali, dal dopoguerra in poi, tanto da sostenere: “Io considero mio committente il movimento operaio e democratico più che il mio editore”.

L’Arci dedicherà il palinsesto quotidiano di #ResistenzaVirale del 14 aprile a Gianni Rodari. I comitati e/o circoli che organizzeranno iniziative online possono comunicarlo a cultura@arci.it entro  GIOVEDI 9 APRILE.

Materiali web anno rodariano
COPERTINA FACEBOOK

https://www.arci.it/app/uploads/2020/04/facebook-Rodari.jpg

MANIFESTO

https://www.arci.it/app/uploads/2020/04/manifesto-Rodari.jpg

Roma, Arci Nazionale

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website