CIRCOLI RESISTENTI – 25 APRILE DA ASPORTO

CIRCOLI RESISTENTI – 25 APRILE DA ASPORTO

Per il secondo anno consecutivo il 25 aprile non verrà festeggiato gioiosamente tutti insieme, ma ciascuno lo celebrerà nella propria casa con pochi familiari. Questa festa della Liberazione ci trova ad affrontare nuovamente una pandemia che ha cambiato le nostre vite e le nostre abitudini, ma, nonostante la crisi, la solitudine, l’ incertezza del futuro di molti Circoli Arci, ormai chiusi da un anno e quindi in serie difficoltà, non ci arrendiamo: il nostro essere liberi, antifascisti e soprattutto resistenti è la nostra cifra distintiva! Il nostro 25 aprile lo festeggeremo insieme, almeno idealmente e in sicurezza con tutti i soci arci che vorranno aderire a questa iniziativa che ci rende comunità e che ci solleva almeno nella celebrazione di questo giorno importante da solitudini, senso di impotenza e disgregazione: “Circoli Resistenti da asporto”. Saranno tre le iniziative del Cartellone “Circoli Resistenti” organizzato da Arci Comitato Territoriale Empolese Valdelsa APS con i Circoli del territorio e in collaborazione, come ormai da tanti anni, insieme alla sezione ANPI di Empoli: 2 pranzi e 1 aperitivo da asporto realizzati in maniera coordinata e con un grande sforzo organizzativo per potere fare rivivere il senso di unione e di festa sulle tavole di tutti, per fare rivivere i valori dell’antifascismo e attualizzare la resistenza. Nei pacchi dei pranzi e dell’aperitivo si potrà trovare materiale “resistente”: un adesivo di Arci e Anpi celebrativo del 25 aprile e un segnalibro disegnato dall’artista Becc che porta sul retro queste parole che riassumono bene il messaggio che vogliamo inviare con questa iniziativa comune: “Dolce fu la liberazione di chi lottò. Dolcissima sarà quella di chi continua a farlo. Il nostro riscatto comincia con il ricordo di chi non si arrese e si compie nell’impegno a non lasciare indietro nessuno. C’eravamo, ci siamo e ci saremo a fare del 25 aprile il nostro presente”.

Empoli, 22/04/2021

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Name*

Email* (never published)

Website