Il governo tolga i patrocini pubblici al Congresso mondiale delle famiglie

Il governo tolga i patrocini pubblici al Congresso mondiale delle famiglie

image_pdfimage_print

Lanciata la petizione “Italia, non sostenere l’odio” firmata anche dalla presidente Francesca Chiavacci

Si avvicina il World congress of families (il Congresso mondiale delle famiglie) che si svolgerà a Verona dal 29 al 31 marzo 2019.

Un evento internazionale che vuole “affermare, celebrare e difendere la famiglia naturale come sola unità stabile e fondamentale della società”.

All’iniziativa, organizzata dai movimenti prolife italiani e stranieri, parteciperanno il ministro della famiglia Lorenzo Fontana e il ministro dell’interno Matteo Salvini, oltre al governatore della regione Veneto Luca Zaia e al sindaco di Verona Federico Sboarina.

Il machismo al potere al completo e il parterre dei relatori si annuncia ricco di omofobi, antiabortisti e parecchi ideologi della cosiddetta famiglia “naturale”.

Insieme a tante associazioni chiediamo al presidente del consiglio Giuseppe Conte, e a tutti i vertici istituzionali coinvolti, di togliere i patrocini pubblici ad una manifestazione che non ha alcun interesse generale, e non solo, offende e discrimina moltissime persone.

Riteniamo, inoltre, che rappresenti una violazione evidente dei princìpi fondamentali di uguaglianza e di non discriminazione garantiti dalla nostra costituzione.

QUI la petizione “Italia, non sostenere l’odio”, firmata anche dalla presidente nazionale Arci Francesca Chiavacci.

FIRMA ANCHE TU!

Arci Nazionale

https://www.arci.it/il-governo-tolga-i-patrocini-pubblici-al-congresso-mondiale-delle-famiglie-che-offende-e-discrimina-tante-persone/